Le tipologie di ADSL più diffuse

La connessione Adsl ha per certi versi rivoluzionato la modalità di fruizione di internet da parte degli utenti. L’Adsl infatti garantisce una connessione web ad alta velocità e sfrutta i cavi delle linee telefoniche arrivando nelle case degli utenti con i cavi in rame e il doppino telefonico. L’Adsl ha avuto un grande successo proprio perché garantisce ottime prestazioni e non necessita di lavori complessi. Di solito i tecnici intervengono solo sulle centrali telefoniche e sui cavi. La connessione Adsl ha velocità di download e upload asincrone; questo significa che ha una velocità in download decisamente più alta rispetto a quella in upload. Le tipologie di Adsl più diffuse sono l’Adsl 2 e l’Adsl 2+, che permettono al cliente di raggiungere la velocità di 24 Mbit/s in download (con l’Adsl normale è di circa 20 Mbit/s) e 1,5 Mbit/s in upload. I prezzi sono abbordabili; ad esempio, è possibile attivare una connessione Adsl senza spendere cifre astronomiche sfruttando le offerte per l’adsl di Vodafone o di qualsiasi altro gestore.

Oltre l’ADSL: la fibra ottica

Chi volesse una velocità e una stabilità di linea ancora maggiori potrebbe pensare di sottoscrivere un contratto con fibra ottica. Attualmente la fibra è una delle tecnologie di trasmissione più apprezzate, anche se è ancora meno diffusa dell’Adsl. A differenza dell’Adsl, la fibra ottica prevede l’installazione e la posa di cavi in fibra di vetro e l’ammodernamento di centrali e infrastrutture. Prima di attivare una connessione fibra ottica, conviene verificare la copertura.

La fibra garantisce prestazioni migliori rispetto all’Adsl tradizionale; si pensi che può raggiungere fino a 1Gb in download e 200 Mb in upload. Nel caso della fibra ottica, occorre fare una ulteriore precisazione. Quando i cavi in fibra ottica raggiungono direttamente il modem nell’abitazione del cliente si parla di connessione FTTH, Fiber to the Home. Se, invece, i cavi in fibra ottica non arrivano nella casa del cliente, ma terminano alla cabina stradale, si tratta di connessioni fibra FTTC, Fiber to the cabinet.

Come può essere facile dedurre, anche la fibra, come l’ADSL, ha dei contro: non arriva ovunque ed è decisamente più cara. Spetta al singolo cliente decidere se optare per l’Adsl o per la fibra a seconda delle necessità e delle prestazioni ricercate.

In alcuni casi gli utenti si trovano in luoghi non raggiunti dal servizio Adsl di base e dalla fibra. In questi casi, spesso l’unica scelta è affidarsi ad alternative collaudate, come la connessione satellitare o la trasmissione radio. Queste tecnologie sono molto più costose rispetto all’Adsl e alla fibra, ma in certe situazioni sono anche l’unica soluzione per avere un accesso a internet. Un esempio concreto sono le connessioni WiMAX, che utilizzano le onde radio sia per inviare sia per ricevere dati con un’antenna gestita dal provider. La velocità di questa connessione a onde radio è simile a quella dell’Adsl e anche i costi non sono troppo più alti. Nel caso della connessione con onde radio bisognerà sempre verificare la copertura del servizio per evitare brutte sorprese. Le connessioni satellitari invece rappresentano una soluzione meno economica, ma, per certi versi, risolutiva: garantiscono una connessione stabile in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Anche le prestazioni sono ottime e simili a quella di una Adsl banda larga, con la differenza che per fruire di una connessione satellitare occorre installare un ricevitore e un modem.

Le diverse tipologie di connessione Adsl si differenziano soprattutto per la velocità di trasferimento dei dati. È necessario fare attenzione a distinguere tra la velocità pubblicizzata e quella effettiva tenendo sempre bene a mente che la velocità effettiva è quasi sempre più bassa. Infatti la velocità effettiva di una connessione Adsl è influenzata dalla distanza dalla centralina e anche dalla congestione del server. Più persone fruiscono della connessione web, più si ridurrà la velocità dell’Adsl. Su internet esistono dei siti su cui è possibile calcolare gratuitamente la velocità della propria connessione così da rendersi conto immediatamente della situazione e della velocità effettiva. Al momento della stipula del contratto, è meglio verificare sempre la banda minima garantita.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi