Guasto a un cavo della Telecom, black out in tutti i comuni bellunesi

Il mondo attuale si basa esclusivamente su una tecnologia: internet. Qualora la connessione ad internet dovesse mancare per qualsiasi motivo, come può essere un guasto tecnico dei cavi oppure un qualche problema relativo al gestore telefonico, il mondo potrebbe subire delle conseguenze gravi.

Ogni ente ed ogni società si basa su internet: basti pensare alle banche e al modo in cui il denaro viene trasferito e controllato, al mondo dei social, alle aziende ospedaliere e via discorrendo. L’episodio che è successo a Belluno qualche tempo fa riassume un momento di disagio che non auguriamo di certo a nessuno nel 21esimo secolo. Approfondiamo insieme l’argomento.

Disagi Internet a Belluno

In una nota il Consorzio Bim Piave esprime il proprio rammarico per i disagi e chiede più attenzione.

BELLUNO – Proseguono anche oggi i disagi provocati dal guasto alla rete Telecom in via Tiziano Vecellio, che ha riguardato circa 1.600 linee, un centinaio delle quali a servizio delle pubbliche amministrazioni locali.

La situazione è particolarmente pesante perché l’isolamento telematico del Consorzio Bim Piave, nella sua qualità di Centro Servizi Territoriali (CST) con sede in via Masi Simonetti, si ripercuote a cascata su tutti gli enti locali della provincia che attualmente sono in rete grazie al Sistema Pubblico di Connettività (SPC).

Si tratta di un canale privilegiato per le pubbliche amministrazioni che è anche il risultato di un accordo nazionale tra Telecom e Cnipa (Centro Nazionale per Informatica nella Pubblica Amministrazione). Ciò significa che molti dei servizi offerti ai cittadini dai Comuni Bellunesi dipendono proprio da questa rete che ha il suo centro presso il Consorzio dei Comuni.

Il consorzio Bim

«I disagi causati in questi due giorni – fa sapere il Consorzio Bim in una nota – sono stati diversi: dall’impossibilità per alcuni Comuni e Comunità Montane di utilizzare i programmi gestionali relativi a protocollo, anagrafe, contabilità e tributi, con conseguente grave disservizio per i cittadini all’impossibilità per alcuni Comuni di utilizzare Internet, dall’impossibilità per tutti i Comuni della provincia di accedere ai servizi cartografici all’impossibilità per alcuni enti di inviare e ricevere posta elettronica, senza trascurare l’impossibilità per il Consorzio Bim Piave di telefonare e ricevere telefonate, di utilizzare il fax, di utilizzare la posta elettronica e internet».

La risposta di Telecom

Telecom ha comunicato al Consorzio che provvederà a sostituire il cavo danneggiato entro tre o quattro giorni. L’intervento verrà eseguito di notte, ma in tale periodo ci saranno comunque disservizi. «Il Consorzio Bim Piave – si legge ancora nella nota – esprime il proprio rammarico per i disagi provocati alle pubbliche amministrazioni bellunesi e di conseguenza a cittadini e imprese, ma soprattutto per la scarsa attenzione alle esigenze del territorio dimostrata da Telecom. Infatti, non solo non c’è stata quella garanzia tecnica che ci si aspettava, ma si è assistito a una totale assenza di informazioni.

Un servizio come quello del Sistema Pubblico di Connettività dovrebbe essere fornito in via prioritaria, anche eventualmente attraverso la predisposizione di collegamenti alternativi che consentano di evitare i gravi disagi provocati dall’interruzione del servizio stesso. A parole era stata assicurata una maggiore attenzione di Telecom nei confronti degli enti locali.

Per concludere

I fatti, purtroppo, hanno dimostrato l’esatto contrario. Non resta che augurarsi che quanto accaduto in questi giorni diventi il presupposto per intavolare un nuovo e più proficuo rapporto, onde evitare lo spiacevole ripetersi di questi episodi che vanno a svantaggio soprattutto dei cittadini».

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi